lunedì 5 maggio 2008

Fini "Più gravi i fatti di Torino"



ROMA - Gli scontri e le contestazioni della sinistra radicale contro la Fiera del Libro di Torino "sono molto più gravi" di quanto accaduto a Verona. Lo sostiene Gianfranco Fini, a Porta a porta. L'aggressione dei naziskin veronesi e la violenza dei centri sociali torinesi - afferma il Presidente della Camera- "sono due fenomeni che non possono essere paragonati". A giudizio di Fini, in sostanza, se dietro l'aggressione di Verona non c'è alcun "riferimento ideologico", a Torino le frange della sinistra radicale "cercano in qualche modo di giustificare con la politica antisionista", un autentico antisemitismo, veri e propri "pregiudizi di tipo politico-religioso". 

Allora io mi ascolto sta roba che ho bisogno di pensare ad altro
Shantel - Disko Partizani


4 commenti:

Bahrabba ha detto...

beato tu che vivi a berlino...
io devo aspettare ancora un po' prima di scappare

ratatouille ha detto...

non lascio alcun commento su fini
dal momento che hai già letto nel mio blog cosa ne penso,

colgo l'occasione per "autorizzarti" a copiare ciò che vuoi del mio post su certe donne in carriera (e ci mancherebbe!), ma soprattutto per osservare che, dopo tanti mesi, ancora quel post continua a riscuotere un certo interesse.

è forse sessismo?

Coq Baroque ha detto...

Si ho gia' letto il tuo post a riguardo e, come ti ho scritto, l'ho molto apprezzato
Grazie per l'autorizzazione, anche se era solo una battuta.
Sessismo? Forse... ma forse esprimi quello che molti vorrebbero fare di cuore: Mandarne affanculo una per educarne 100

Gatta bastarda ha detto...

fini
cambieremo prima o poi l'ultima lettera.... Fine! (alla sua vita intendo)