sabato 31 ottobre 2009

Ebbene si’, ci sono riuscito! Sono andato su un sito americano a prendere la ricetta del pumpkin cake. Dopo il primo boccone mio figlio chiede: “Papa’, perche hai fatto ‘sta schifezza?”

- “Come perche’? E’ Halloween!”

- “Papa’… a me ‘sto allouin non piace mica…”

- “Andiamo a prendere una pizza?”

- “Meglio”

Altro che Montessori.

giovedì 22 ottobre 2009

lunedì 19 ottobre 2009

Forsismo





Visto che lo fanno tutti anche io pubblico il pornazzo di questa mattina sul Bile.
Il link lo trovate nel post precedente

Pubblicita'





giovedì 15 ottobre 2009

mercoledì 14 ottobre 2009

lunedì 12 ottobre 2009

Non si finisce mai di imparare.

Ho appena scoperto che esiste gente cosi' stupida da credersi intelligente e non capire la differenza tra intolleranza e razzismo. E' sottile, ma esiste.

E a loro dedico questo.

Progetto per svecchiare l'immagine della Chiesa Cattolica Romana Apostolica.



1 - Al posto di terminare l'omelia e le preghiere con il logoro e obsoleto "Amen" gridare in coro alzando il pugno: "Fuck Yeah!!!"


2 - Introdurre le emoticons nel libretto della liturgia. es. "Dalle letttere di San Paolo @ i Corinzi ;-) "


3 - Aggiornare le preghiere ai bisogni dei nostri giorni. es. "Dacci oggi il nostro pane quotidiano e liberaci dal male. Amen" diventa "Dacci oggi 100 sms verso tutti e liberaci dal contratto a progetto. Fuck Yeah!!!"


4 - Free wi-fi in tutti i luoghi di culto. Anche se non seguiranno la messa vi ritroverete la chiesa piena di geeks.


5 - Un'ora di messa e' esagerata calcolando che uno spot televisivo dura 5 secondi e la gente fa piu' offerte a Dixan liquido che ai missionari in Sierra Leone. Propongo 2 tempi di 15 minuti intervallati da pause open buffet e happy hour.


6 - Ostia e vino sono roba vecchia. Molto meglio Mojito e pizzette. A tale scopo tutti i preti dovranno fare un corso di barman e allungare l'altare di 3/4 metri.


7 - Basta chierichetti. Veline che introducono le preghiere con uno stacchetto musicale ballando sull'altare (preventivamente allungato). Se attorno all'altare sono presenti delle colonne si possono usare per la pole dance.


8 - "Scambiamoci un segno di pace" e' antiquato e anti-igienico. Sicuramente e' piu' efficace un "Aggiungimi come amico su Facebook".


9 - Sostituire gli abiti talari e la tiara con abbigliamento comodo e informale. Cappellino da baseball, tuta oversize e Adidas vanno benissimo. Si possono conservare i collanoni e gli anelli d'oro a patto di tenere il microfono all'altezza degli occhi rivolto verso le labbra.


10 - Peace Bro. Fuck Yeah!!!

domenica 11 ottobre 2009

Poveri, soli, abbandonati

Shhhh, che oggi non ci sono!


Approfitto oggi per parlarvi dei tumblr. Ne parlo oggi perche' proprio questo weekend si sono ritrovati per una cosa che loro chiamano Meetup, ma per me e' terapia di gruppo e non vogliono dirlo.

Io gia' me lo immagino il povero Imod... "Quante volte hai rebloggato Coq Baroque?" - "Questa settimana... 7" e giu' tutti a dargli pacche sulle spalle e cercare di rincuorarlo. Blondeinside, padrona di casa, lo abbraccia "Ci sono passata anche io... vedrai, guarire non e' difficile". Imod piange, cerca di trovare chi sta peggio di lui - "Gianlucavisconti allora? Lui reblogga quasi tutto quello che Coq pubblica!"

Difatti non e' venuto, pare sia in terapia intensiva insieme a Emmanuelnegro.


Basta scherzi.


Questo post e' per ringraziarli di esistere. Perche' sono belli e anarchici (come me) (un po' meno di me, ma tanto oggi non mi leggono!).

Uno apre un blog perche' pensa di aver qualcosa da dire (o da mostrare, come nel mio caso) (bla bla bla). Lo fa per se stesso, ma poi, forse con coscienza, si ritrova invischiato nella sindrome dei commenti, delle visite, dei feed, ambisce a diventare una star. Io, personalmente ne ho piene le tasche di tutto questo. Ho sempre postato per il piacere di farlo, ma quando quello che faccio viene ripreso da qualche tumblr, ecco, quello mi piace ancora, anzi di piu'. Mi fa capire che nella marea di cose postate quel giorno da tutta la blogosfera, la mia e quella di altri aveva un senso. E ' come finire in un manuale di storia contemporanea per una frase, battuta o fotomontaggio. E dura un giorno, come un Ikebana.

Insomma i tumblr hanno dato di nuovo divertimento al mio bloggare e io li ringrazio per questo.

Ora, questi tumbleri, si ritrovano per bere, mangiare e stare insieme, non per abbassare le mutande e misurare la lunghezza dei loro feed. Anche per questo li ammiro. E un po' li invidio. Alcuni mi sembra di conoscerli, per il loro pensiero, la loro sensibilita', le loro idee politiche e anche per i loro gusti sessuali (non e' che ci voglia molto): c'e' quello che ogni due reblog invoca la necessita' di imbracciare i fucili e mi ricorda me, anni fa, quando dicevo ai miei amici: "Bisogna ridare un senso alla nostra vita" - "E come?" - "Nella lotta armata!". Poi c'e' quella con cui ho scambiato un paio di mails e le voglio bene come ad una amica che conosci da piccolo e anche se non sono ricambiato, che mi frega, a me sta bene cosi'. E poi c'e' quello che posta roba politica e gattini. Mi fa impazzire!

Ne seguo troppi per citarli tutti... leggetene uno che vi ho dato e troverete gli altri.


Quindi, cari tumbleri, grazie e divertitevi.


Auguri.

venerdì 9 ottobre 2009

giovedì 8 ottobre 2009

Scusate


E' piu' forte di me!

mercoledì 7 ottobre 2009

domenica 4 ottobre 2009

giovedì 1 ottobre 2009

Hot Guys

Try JibJab Sendables® eCards today!

La Tortura

Un grande megaschermo. Lui, legato su una poltrona stile bondage con una mano libera e un telecomando con solo due canali: su uno Santoro con la D'Addario e sull'altro Milan - Zurigo.

In loop.